martedì 18 dicembre 2012

Amate e Comprate

Pubblicato da Karen Broz a 22:33


Il martedì pomeriggio tutti corrono all'impazzata per comprare gli ultimi regali. Non sono nemmeno le cinque che la gente è già carica di pacchetti. Ma a differenza della ribellione mainstream degli ultimi anni, io non penso affatto che il Natale sia diventata una festa consumistica. Ma chi volete prendere in giro?

Le feste sono consumistiche per natura e il Natale non lo è più delle altre. Insomma, i Re Magi non hanno portano in dono un bacio sulla fronte al bambinello; si sono procurati Oro. Alla faccia del consumismo.
San Valentino? Gli uomini (e le donne single soprattutto) si sono sempre lagnati che altro non è se non una festa consumistica. Il classico l'hanno inventata i fiorai e le fabbriche di cioccolatini ormai è talmente vecchia che pure Valentino nell'altro dei cieli si è rotto le palle di sentirla. 

Pasqua idem. E avanti così fino anche ai compleanni. Ora, a parte i pochi stramboidi che odiano i compleanni per il semplice fatto che non mi voglio ricordare di essere un anno più vecchio, a chi non piace festeggiare e ricevere qualche regalo? Mi domando cosa ci sia di male.

La verità è che se smettessimo di fare regali il mondo potrebbe collassare su se stesso. Inoltre crescendo le cose cambiano e si fanno regali solo a chi riteniamo davvero importante.
Io ho quasi smesso di fare regali in generale, ma per motivi di forza maggiore, quali Disoccupazione e Mancanza di soldi. Ma certamente non sono una di quelle persone anti-natalizie (e chi mi conosce lo sa), anti-consumismo e anti-felicitàfestiva. Personalmente preferisco vedere persone che comprano regali a chi amano piuttosto che vederli risparmiare per se stessi ogni singolo centesimo. E a quelli che Eh ma fare regali perchè si è obbligati perde il significato del gesto, io dico che non c'è alcun obbligo, è una possibilità, perchè siamo in tanti a dire non regalo nulla per Natale, preferisco farti regali a random durnte l'anno per dimostrare che ti penso e poi invece compriamo di tutto e di più, ma per noi.

Quindi uscite, comprate, regalate, dimostrate che ci siete e amate, perchè l'affetto non è negli oggetti ma è nei gesti, e sapere che qualcuno si è rintronato per cercare qualcosa che possa farti piacere commuove sempre.

0 commenti:

Posta un commento

Di cosa parlo?

Mi segui per mail?

You don't speak italian?

Ads 468x60px

Letture 2013

  • Cloud Atlas7 gennaio-20 febbraio
  • Popular Posts

    Followers

    Featured Posts

     

    Faith Trust and Pixiedust Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos